CARO AMORE

Caro amore, nei tramonti d'aprile, caro amore
quando il sole si uccide oltre le onde
puoi sentir piangere e gridare anche il vento ed il mare
Caro amore, cosi' un uomo piange, caro amore,
al sole, al vento, ai verdi anni che cantando se ne vanno,
dopo il mattino di maggio, quando son venuti,
e quando scalzi e con gli occhi ridenti,
sulla sabbia scrivevamo contenti le piu' ingenue parole

Caro amore, i fiori dell'altr'anno, caro amore
son sfioriti e mai piu' rifioriranno
e nei giardini ad ogni inverno ben piu' tristi son le foglie
Caro amore, cosi' un uomo vive, caro amore,
e il sole, il vento, e i verdi anni si rincorrono cantando,
verso il novembre a cui ci van portando
e dove un giorno con un triste sorriso
ci diremo fra le labbra ormai stanche "eri il mio caro amore"

Indietro